016535682 - 0165060210 f.llicelesia@tin.it

CONSIGLI DEL MESE

Fratelli Celesia
Ottimo mese per un prato nuovo
Le temperature favorevoli, le pioggerelle autunnali, il sole mai troppo forte,  la minore presenza nell’aria di semi di infestanti, sono tutti fattori che favoriscono la germogliazione e l’ottimo sviluppo del tappeto erboso seminato in questo periodo. Anche se normalmente si pensa che la primavera sia il periodo più favorevole, in realtà Ottobre è il mese da privilegiare per la semina dei nuovi tappeti erbosi, specie nelle prima meta del mese, quando il freddo è ancora lontano a venire. L’unica avvertenza è tenere sgombero il terreno seminato dalle foglie che inevitabilmente cadono in questo periodo e, qualora non piova in maniera sufficiente, provvedere all’irrigazione dello stesso: sicuramente in primavera avrete poi un prato stupendo.

 

  • Semine indicate sotto tunnel o serra: cicoria

Trapianto:

Concimazione:

Semine indicate in pieno campo:

Il sovescio è una pratica atta a migliorare la fertilità del terreno. La tecnica del sovescio consiste nel seminare e lasciare crescere fino a un certo stadio di sviluppo (generalmente, fino alla fioritura) una o più specie di piante dell’erbario, dopodiché la vegetazione viene trinciata o falciata e interrata con il sovescio totale. Con la tecnica del sovescio parziale, la vegetazione falciata viene lasciata sul terreno o parzialmente rimossa.


Tecnica del sovescio: i vantaggi
La tecnica del sovescio è una grande opportunità per rigenerare i terreni stanchi in ambito dell’orto familiare: con il sovescio migliora la fertilità chimica e la struttura del terreno. La tecnica del sovescio va alternata all’impiego di concimi organici

L’efficacia della tecnica del sovescio: fertilità chimica, biologica e fisica
Azoto, fosforo, potassio, zolfo… sono tutti elementi già presenti nel terreno ma si trovano a una certa profondità. Grazie alle particolari caratteristiche degli apparati radicali delle specie erbacee, questi microelementi vengono assorbiti dalle piante entrando in tessuti come foglie, fusti o fiori. A seguito dell’interramento delle piante dell’erbario, i microelementi vengono spostati e concentrati nei primi 20 cm di terreno, giusto nella zona interessata dal maggiore sviluppo dell’apparato radicale delle piante dell’orto.

Un ulteriore vantaggio del sovescio è dato dalla fertilità biologica. Interrando materia vegetale, aumenta la presenza di vita nel suolo sia a livello di fauna con lombrichi, insetti, millepiedi… sia a livello di microbi. Migliorano anche le caratteristiche strutturali / fisiche del terreno. Il terreno diventa più soffice, permeabile all’aria e all’acqua. La gran parte di residui colturali vengono trasformati in humus e principi nutritivi perfetti per proteggere le radici delle piante dell’orto dai parassiti.

 

Irrigazione:
da effettuare  se  le  piogge sono scarse.

Fratelli Celesia

QUESTO MESE NEL PRATO

Tosare  regolarmente  il  tappeto  erboso  ed annaffiare  quando  necessario.  Concimare abbondantemente    per  preparare  il  prato  ad affrontare  la  stagione  fredda.  Periodo  ottimo per la semina di tutti i tappeti erbosi.

QUESTO MESE NEL GIARDINO

Estirpare le piante ed i fiori che iniziano a risentire della stagione autunnale e mettere a dimora i bulbi da fiore primaverili. Lavorare il terreno delle aiuole e pulirle dalle foglie secche che cominciano a cadere.


QUESTO MESE IN CANTINA

Travasare ol mosto ottenuto con la vendemmia nel mese precedente e controllarne lo stato di salute con eventuali analisi. Vendemmiare le uve tardive e controllarne il grado zuccherino. Procedere con le normali operazioni di cantina.
Luna nuova: si consiglia di non lavorare alcun tipo di vino . Lasciarli riposare.
Luna primo quarto: si consiglia di lavorare ed imbottigliare vini frizzanti, poichè questo periodo ne garantisce una buona qualità.
Luna piena: periodo ottimale per la lavorazione di tutti i vini.
Luna ultimo quarto: periodo ottimale per l’imbottigliamento di vini dolci e destinati all’invecchiamento

QUESTO MESE NELL’ORTO

Ad  ottobre  con  il  calo  delle  temperature e  la  riduzione  delle  ore  di  luce  inizia  il periodo  autunnale  e  i  lavori  nell’orto  si riducono  molto.  Le  lavorazioni  di  questo mese  riguardano  il  terreno,  si distribuisce letame  uniformemente  sulla  superficie  e  poi si  procede  con  la  vangatura  per  interrare il  tutto.  Si  estirpano  gli  ultimi  ortaggi  di produzione  estiva  in  modo  che  nel  nostro orto rimangano solo gli ortaggi di produzione autunno/invernale.  È  un  periodo  di  intensa raccolta  per  il  finocchio.  È  bene  tener  aperti durante  il  giorno  tunnel  e  serre.  Funghi  e insetti  da  questo  mese fino  al  ritorno  della primavera  non  sono  più  un  problema. Prestare  attenzione  solo  ai  cavoli  in  quanto la larva della cavolaia, aiutata da temperature miti, può rimanere attiva fino a novembre.Semine indicate sotto tunnel o serra: lattuga, prezzemolo, ravanello e rucola.Semine  indicate  in  pieno  campo:  cece, cipolla,  colza,  aglio,  fava,  lattuga,  pisello, spinacio e valeriana. Per aiutarli a germinare nonostante  il  calo  delle  temperature,  dopo la  semina  si  può  coprire  il  terreno  con  del tessuto non tessuto. Irrigazione:  è  quasi  nulla,  salvo  particolari ritorni di caldo.
Concimazione:  periodo  per  ricominciare  a distribuire  letame  prima  della  vangatura  che permetterà poi di interrarlo.